Livorno Città diversa

Riprendiamoci Livorno, diversamente dal solito

Bacini riparazioni navali: che non sia l’ennesimo GIOCO DELL’OCA!

Sulla annosa vicenda dei Bacini e delle riparazioni navali sono sempre stato presente con interventi coerenti a sostegno della riapertura dei
bacini anche per le navi di grandi dimensioni.

È per questo che invito tutti, vecchi e nuovi protagonisti, a non prendere in giro, ieri come oggi, i riparatori e i disoccupati che
vedono in questa attività una delle speranze di lavoro e ad evitare di rifarsi una verginità sulle loro spalle.

Desidero dunque chiarire alcuni punti.

  1. È giusto dare giudizi sul passato e sul presente che devono essere definiti senza confondere il piano politico con quello giudiziario. Per il primo piano è di evidenza che i giudizi sono diversificati (per me è molto negativo), per il secondo piano la magistratura deve essere autonoma pur potendo spronarla ad essere il più celere possibile.
  2. Mi meraviglia che all’indomani della approvazione del Piano Regolatore Portuale non sia stato portato avanti dall’Amministrazione
    Comunale la richiesta di variante al Piano a favore delle grandi riparazioni visto che il Sindaco ha sostenuto di essere sempre stato
    convinto di queste riparazioni. Ha studiato poco e male prima o se ne è scordato? Oggi magari la variante sarebbe arrivata in porto!
  3. Così come mi meraviglia che la Regione non abbia ancora trovato il tempo per attivare corsi di formazione per chi ha perso il posto di
    lavoro, come da tempo richiesto dal Consiglio comunale e dagli ex lavoratori, e per preparare il prolungamento degli ammortizzatori
    sociali in scadenza e sostegni al reddito come accompagnamento ai bandi di lavoro. È possibile una celere svegliata?
  4. Da parte mia e di Città Diversa c’è disponibilità a incontrare chiunque e a sostenere queste e tutte le altre soluzioni utili a dare da
    subito un futuro al Porto in tutte le sue dimensioni comprese le riparazioni navali, Benetti e Piombino permettendo.

Insomma la partita delle riparazioni navali non sia, come altre partite a Livorno, l’ennesimo gioco dell’oca.

Cons. Marco Cannito
Capogruppo Comune di Livorno

AAMPS: concordato, licenziamenti e disinteresse per la creazione di lavoro

GRUPPO CONSILIARE CITTÀ DIVERSA

CONCORDATO E LICENZIAMENTI IN AAMPS E DISINTERESSE PER LA CREAZIONE DI LAVORO

A parere di Città Diversa il concordato di Aamps è procedura legittima ma che si basa su presupposti illegittimi. E il Piano Tecnico Finanzario 2017 contraddice le normative vigenti e le direttive del Ministero Economia Finanze.

In questo quadro si inseriscono i due inspiegati licenziamenti in Aamps. E non si riesce a capire come diventi essenziale risparmiare 150mila
euro che sono una goccia nel mare magnum dell’Azienda e non si possa eventualmente reintegrare i licenziati in Comune dopo che uno dei due era stato reintegrato in Aamps stessa dopo che era stato messo fuori dall’Amministrazione precedente di diverso colore.

Come il bilancio per il 2017 di questa Amministrazione non contiene nulla per favorire la creazione di lavoro o per sostenere chi il lavoro lo sta perdendo, così ora arrivano i licenziamenti che contraddicono le promesse fatte.

Bella mossa sotto le festività! Le famiglie dei lavoratori e dei disoccupati ringraziano!

Il capogruppo
Marco Cannito

Le desaparecidas del PST BIC e di altre imprese

SCRIVE IL CONSIGLIERE MARCO CANNITO

LA VICENDA DELLE DONNE DESAPARECIDAS DEL PST BIC/SPIL E DI TANTE ALTRE EX-LAVORATRICI

C’è un grande disinteresse sulla vicenda e le donne del Bic, come su quelle di tante altre piccole realtà societarie o industriali, scomparse dalla scena politica-amministrativa.
La vicenda Bic però ha anche altri profili di interesse perchè, pur venendo da lontano, ha visto sacrificare delle professionalità per incubatori di impresa ed è inserita in Spil che mi risulterebbe la prossima Società partecipata del Comune che potrebbe fare la fine tipo Labronica Corse Cavalli o Aamps.

Di seguito la mail inviata da Cannito agli Assessori Martini e Lemmetti

Assessori,
non avendo più avuto informazioni rispetto alle lavoratrici del PST BIC, licenziate il 1/09/2014, mi risulterebbe che esse non hanno ancora ricevuto il TFR e, già gravemente danneggiate lavorativamente dalla vicenda, si sono dovute caricare dei costi legali per tentare di ottenere ciò che pur è loro di diritto e non viene corrisposto da un’azienda del gruppo SPIL, del quale il maggiore azionista è il Comune di Livorno. Dopo un primo tentativo di pignoramento andato a vuoto è stata depositata istanza di fallimento dal giugno 2015, ma putroppo ad oggi 2 udienze hanno prodotto solo rinvii e ora la terza udienza è stata fissata per il 20/04.
E’ corretta tale ricostruzione?
Pensa il Comune e come di intervenire sul punto in Spil?
Resto in attesa di un cenno di riscontro.

Cons. Marco Cannito
Capogruppo Gruppo consiliare Città Diversa
Comune di Livorno

Bilancio preventivo 2016: contradditorio e privo delle occasioni di lavoro e riqualificazione proposte da Città diversa

“CANNITO: UN BILANCIO COMUNALE PREVENTIVO PER IL 2016 CONTRADDITTORIO E CHE NON DA’, COME PROPONIAMO NOI DI CITTA’ DIVERSA, OCCASIONI DI LAVORO E DI RIQUALIFICAZIONE DELLA CITTA’ “

seduta mattutina 14/04/2016

http://video.comune.livorno.it/

Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 10:13:14
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 10:13:40
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 10:17:42
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 10:59:28
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 10:59:37
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 11:00:08
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 12:11:12
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 12:19:49
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 12:32:47
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 12:34:24
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 12:36:57
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 12:37:10
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 12:56:46

seduta pomeridiana 14/04/2016

Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 13:08:19
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 14:28:26

seduta pomeridiana 14/04/2016

Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 16:29:15
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 16:46:11
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 16:46:19
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 16:49:55
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 17:58:06
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:13:57
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:14:14
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:16:48
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:17:14
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:17:41
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:28:41
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:29:29
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:48:04
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 18:50:53
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 19:17:56
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 19:18:19
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 19:33:09
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 19:37:06
Marco Cannito Città Diversa 2016-04-14 19:49:24

Insediamento ESSELUNGA: quale trasparenza?

GRUPPO CONSILIARE CITTA’ DIVERSA
Il Capogruppo
Comune di Livorno

08/02/16

INTERPELLANZA URGENTE IN CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: Il mistero dell’insediamento di Esselunga

Premesso

  • che, come avveniva sotto le precedenti Amministrazioni rispetto ad altre importanti partite amministrative, sull’eventuale insediamento di Esselunga a Livorno nulla si sa in Consiglio o in Commissione competente se non dalle pagine dei giornali;
  • che non risulta che tale insediamento faccia parte del programma di governo cittadino approvato a maggioranza dal Consiglio comunale;

SI INTERPELLA IL SINDACO
su quanto segue:

  • 1° illustri lo stato della questione in oggetto;
  • 2° risponda perchè non abbia ritenuto necessario, prima di iniziare le trattative non meglio conosciute con Esselunga, chiedere al Consiglio Comunale l’adesione a intraprendere tali trattative che richiederanno l’ennesima variante urbanistica dello stesso Consiglio Comunale.

Capogruppo Marco Cannito