Livorno Città diversa

Riprendiamoci Livorno, diversamente dal solito

Giochi all’aperto nei quartieri

Consiglio comunale del 1/06/2017

Il Capogruppo comunale MARCO CANNITO (Lista civica Città Diversa) ha presentato un atto per mettere risorse disponibili nei giochi all’aperto per i bambini nei vari quartieri della città e per l’emergenza abitativa. IL CONSIGLIO COMUNALE, A MAGGIORANZA, HA VOTATO CONTRO!

 

Piazza Guerrazzi

PER PIAZZA GUERRAZZI

IL COMUNE GRAZIE ALL’INIZIATIVA DEL CONSIGLIERE MARCO CANNITO HA PROMESSO DI ATTUARE IL PROGRAMMA DI RECUPERO DELLA PIAZZA GUERRAZZI.
SPERIAMO RISPETTI LA PAROLA DATA E SOPRATTUTTO LA REALIZZI BENE-

INTERPELLANZA DEL 2014 REITERATA NEL 2017 ALL’AMINISTRAZIONE COMUNE DI LIVORNO

PIAZZA GUERRAZZI: COME USCIRE DAL DEGRADO E DALL’ABBANDONO SEGNALATO DAI CITTADINI

Premesso

– le segnalazioni di molti cittadini rivolte a Città Diversa;
– le iniziative di Città Diversa quale quella del 2011 dove si denunciava la situazione di degrado anche attraverso riprese video (rif. la stampa dell’epoca e il link su quilivorno) e si proponevano soluzioni che in minima parte furono effettuate ufficiosamente dall’A.C. precedente;

Si chiede

– se e quali iniziative siano allo studio per la riqualificazione della piazza Guerrazzi e il rilancio dell’area in oggetto.

Cons. Marco Cannito

Consorzi di bonifica: cittadini tassati o tartassati?

Premesso

  • le molte polemiche e azioni legali contro l’applicazione del contributo consortile in questione;
  • i cambiamenti legislativi e da ultimo la L.R.T. 79/12 approvata con DGRT 1239/2016

Si interpella la G. C.

  • su quale sia la sua posizione relativamente al contributo consortile e alle sue applicazioni;
  • se ritenga corretto che le zone centrali dei Comuni toscani e quindi anche di Livorno, quali ad esempio il c.d. “pentagono del Buontalenti”, prima esentate o perché “isole” o perché ritenute non beneficiarie di interventi, dall’annualità 2016, secondo il nuovo Piano di Classifica adottato dall’Assemblea consortile che a sua detta segue i principi indicati dalla DCRT 4025/2015, siano state inserite nel perimetro di contribuenza;
  • se non ritenga di attivare con il Consorzio Bonifica 5 Toscana Costa una interlocuzione sia di confronto istituzionale sia di verifica affinché i cittadini non paghino due volte servizi ricevuti in linea teorica o pratica dal Consorzio e dal Comune.

Capogruppo Marco Cannito

Mascagni: dalle iniziative ventennali alla Cavalleria in piazza

Il nostro famoso concittadino Pietro Mascagni non sempre ha avuto vita facile nella nostra Città del dopoguerra.

Ma nell’arco degli ultimi vent’anni è stato commemorato e rappresentato in vario modo prima con il CEL e poi con la Fondazione Goldoni.

Basterebbe informarsi per richiamare alla memoria eventi e spettacoli, pubblicazioni e libri, mostre e marchi o leggere nel sito della Fondazione per reperire ad esempio una molteplicità di iniziative messe in campo in occasione del 150° anniversario della nascita.

Il Consiglio comunale ha di recente approvato una mozione per ufficializzare l’istituzione di un vero e proprio Festival mascagnano e in quella sede siamo venuti a sapere di molti progetti mascagnani elaborati dalla nuova gestione del Goldoni. Ne attendiamo la concretizzazione, fiduciosi di saperne di più.

Intanto ho avuto l’occasione di esprimere un mio sogno che necessiterà di un grande e intelligente battage pubblicitario locale e internazionale per addivenire a sponsorizzazioni e finanziamenti che ne permettano la realizzazione.

Il sogno è quello di rappresentare Cavalleria Rusticana (il cui celebre e meraviglioso intermezzo è il più suonato nel mondo) in piazza Cavallotti. Una cornice che, nonostante le manomissioni moderne, mantiene ancora una valenza suggestiva oltre ad essere una location simbolica visto che lì c’erano (e ahimè non ci sono più) la casa dove è nato Mascagni e il forno di famiglia.

Cons. Marco Cannito

Interpellanza di tutti i capigruppo in Consiglio Comunale

Al Sig. Sindaco del Comune di Livorno

Oggetto: lettera Cittadini a Sindaco senza risposta su richiesta di apertura di indagine per conoscere se esiste una ‘fossa comune’ per gli animali non autorizzata

Abbiamo ricevuto in copia da un gruppo di Cittadini la lettera in ogg. datata 24/01/17 e avviata al protocollo per Lei, ma ad oggi senza risposta.

Visti i fatti descritti e la richiesta di aprire un’indagine, veniamo a chiedere:

1. se è stata aperta una indagine interna sulla questione;

2. perché non è stata data risposta alla lettera e se sia intenzione dell’A. C. fornirla e se del caso in quali tempi;

3. qualora sia stata aperta e conclusa l’indagine sub 1. cosa ne sia scaturito e di fornircene copia.

I CAPIGRUPPO