Livorno Città diversa

Riprendiamoci Livorno, diversamente dal solito

Punture…

Sia i grillini sia gli exgrillini altrove sostengono cose molto diverse da quelle che vengono oggi realizzate a Livorno, cioè la continuità più o meno spinta con il vecchio modo di amministrare: altri centri commerciali, nuovo cemento, parcheggi a pagamento, …

Pass Rosa

Consiglio Comunale del 1 giugno 2017 –

Atto del Consigliere Marco Cannito

APPROVATO IL NON AUMENTO DEL PASS ROSA PER ZTL/ZSC PER LE DONNE INCINTE O CON BAMBINI FINO A 2 ANNI.

Amministrazione attuale…

Questa Amministrazione è uguale e a volte peggiore dell’Amministrazione precedente, che pur nessuno rimpiange: dalla mobilità allo stadio, dall’urbanistica alla grande distribuzione, dal Luogo Pio a Salviano, …

Città Diversa

 

Posta dei Lettori

Riceviamo da un Cittadino e pubblichiamoposta_certificata_large

Commento del Sig. Toschi:

“SONO FUORI TEMA MA NON HO TROVATO L’ARTICOLO O MI E’ SFUGGITO

Il Tirreno 6 pag.III, 8 pag.I e13 pag XV. Ho scritto, unica cosa possibile per potermi esprimere, due volte al Tirreno. Talvolta, su certi argomenti, sembra che chi dovrebbe essere più interessato, perché espressioni del punto di vista dei cittadini (anche se pochi) non se ne accorga e perciò non ribatta sul tema trattato.

Ho espresso il mio pensiero sul giornale per quanto riguarda la cancellazione del permesso “carrozzina verde”, ma ciò sembra non abbia attirato l’attenzione e se si ignorano certe cose è che si concorda con l’azione del Comune?.

Ho cercato di comprendere le motivazioni alla base dell’annullamento di un beneficio per me necessario, ma ora considerato (per mancanza di coscienza o conoscenza?) come “privilegio” personale del quale ho approfittato per circa trenta anni, ai danni di chi?.

Ho appreso, non con facilità (ho scritto al Sindaco, più volte, ed all’Assessore competente usando le loro email ufficiali ma finora non ho avuto risposta nemmeno da parte delle loro segreterie per loro conto), perché la cosa è stata trattata in segretezza e ho saputo il fatto solo al momento della richiesta di rinnovo.

Mi domando perché non fosse ritenuta necessaria alcuna comunicazione o pubblicizzazione quando invece si sono trovati i soldi per mandare a tutte le altre categorie richieste scritte di “quaini”. Forse si levava posti ai residenti? Non credo perché potendo i medesimi avere molti permessi a famiglia si danneggiano a vicenda però, utile, pagano.

Ho appreso “il disciplinare” non prevede il permesso “carrozzina verde” (chi fa il disciplinare? su che base? ) e, dal Il Tirreno, (Assessore Vece) che tali vantaggi non esistono in altri Comuni, che gli aventi diritto sono pochi (se fossero tanti costituirebbero una categoria avente forza politica) e che la gestione è gravosa per l’Ufficio (sic!)

Miserina la motivazione. Così abbiamo conosciuto un nuovo tipo di barriera e quello che rappresentava uno dei pochi valori aggiunti, rispetto ad altre amministrazioni, con il suo annullamento, fa fare un altro passo indietro a Livorno; e non ne avrebbe bisogno. Con questo penso anche alle poche persone nelle mie condizioni.

Ringrazio comunque Sindaco e Assessore per la pazienza e la sensibilità dimostrata della quale terrò conto per future necessità e mi scuso perché a quanto pare dalla mancanza di dibattito privato e soprattutto politico sono io in errore.”

Bacini riparazioni navali: che non sia l’ennesimo GIOCO DELL’OCA!

Sulla annosa vicenda dei Bacini e delle riparazioni navali sono sempre stato presente con interventi coerenti a sostegno della riapertura dei
bacini anche per le navi di grandi dimensioni.

È per questo che invito tutti, vecchi e nuovi protagonisti, a non prendere in giro, ieri come oggi, i riparatori e i disoccupati che
vedono in questa attività una delle speranze di lavoro e ad evitare di rifarsi una verginità sulle loro spalle.

Desidero dunque chiarire alcuni punti.

  1. È giusto dare giudizi sul passato e sul presente che devono essere definiti senza confondere il piano politico con quello giudiziario. Per il primo piano è di evidenza che i giudizi sono diversificati (per me è molto negativo), per il secondo piano la magistratura deve essere autonoma pur potendo spronarla ad essere il più celere possibile.
  2. Mi meraviglia che all’indomani della approvazione del Piano Regolatore Portuale non sia stato portato avanti dall’Amministrazione
    Comunale la richiesta di variante al Piano a favore delle grandi riparazioni visto che il Sindaco ha sostenuto di essere sempre stato
    convinto di queste riparazioni. Ha studiato poco e male prima o se ne è scordato? Oggi magari la variante sarebbe arrivata in porto!
  3. Così come mi meraviglia che la Regione non abbia ancora trovato il tempo per attivare corsi di formazione per chi ha perso il posto di
    lavoro, come da tempo richiesto dal Consiglio comunale e dagli ex lavoratori, e per preparare il prolungamento degli ammortizzatori
    sociali in scadenza e sostegni al reddito come accompagnamento ai bandi di lavoro. È possibile una celere svegliata?
  4. Da parte mia e di Città Diversa c’è disponibilità a incontrare chiunque e a sostenere queste e tutte le altre soluzioni utili a dare da
    subito un futuro al Porto in tutte le sue dimensioni comprese le riparazioni navali, Benetti e Piombino permettendo.

Insomma la partita delle riparazioni navali non sia, come altre partite a Livorno, l’ennesimo gioco dell’oca.

Cons. Marco Cannito
Capogruppo Comune di Livorno